Hotmart compra la edtech Techable

Senza alcun dubbio, le crisi causano necessità. Il coronavirus ha portato l’economia a dover affrontare grandi sfide. Questa pandemia ha mosso opportunità economiche per alcune industrie, come i siti di e-learning.

La formazione a distanza è diventata una delle principali attività durante l’isolamento. Per questo motivo, Hotmart (edtech brasiliana) ha comprato Teachable, una piattaforma americana di e-learning.

Questa notizia ha suscitato molto scalpore.

Hotmart ha pagato $250 milioni a Teachable

Durante la metà di marzo di quest’anno, Hotmart ha fatto un ottimo affare comprando una edtech americana conosciuta. Teachable è arrivata sotto il possesso di Hotmart dopo che quest’ultima ha pagato $250 milioni di dollari americani. Come fattore positivo, il sito di e-learning ingrandirà la sua offerta al mercato straniero, senza cambiare il suo obiettivo iniziale.

Nonostante ci sia stato un cambio di proprietari, l’immagine di Teachable rimarrà intatta. Infatti, il CEO (ed il fondatore) di questa piattaforma manterranno questa posizione. Conoscere come funziona la strategia generale del sito di apprendimento online e la sua visione, beneficerà l’espansione di questa piattaforma.

Hotmart è un web che permette la distribuzione di contenuto digitale (corsi, libri elettronici, audiolibri e podcasts) attraverso internet. Il suo slogan è : “impara quello che vuoi, insegna quello che sai”, è disponibile tanto per gli utenti che desiderano formarsi, tanto per i professionisti che desiderano vedere una capacità.

Non è il tipico e-commerce.

Un grande passo.

Così è classificata l’acquisizione di Hotmart. Vale a dire che Teachable è una delle piattaforme di educazione online più grandi e sbalorditive degli Stati Uniti. Inoltre, è stata considerata come una delle compagnie più rivoluzionarie a livello mondiale, secondo la rivista Fast Company.

Cosa cerca Hotmart con questo acquisto?

Sebbene Hotmart è riconosciuta per essere un sito di creazioni e vendita di corsi online, con questa mossa brillante, spera entrare nel mercato americano; senza dubbio, ampliare la sua offerta e trasformarsi in un business con una grande leadership nel mercato dell’e-learning. Se possibile, collocando Techable.
Il presidente esecutivo di Hotmart, João Pedro Resende, assicura che nel mercato di lingua spagnola hanno raggiunto ottimi risultati.

Senza dubbio, sa che gli Stati Uniti sono un mercato ampio e diverso. Quindi, muoversi da soli verso l’industria americana, richiederebbe tempo. Per questo motivo, hanno deciso di farlo attraverso degli acquisti.
La nuova strategia è quella di condividere contenuto in spagnolo, inglese e portoghese.

Mezzi per rimediare all’isolamento.

L’acquisto è stato chiuso quando il coronavirus aveva appena iniziato a diffondersi. Di conseguenza, hanno deciso di procedere con molta responsabilità sociale. Così, entrambe le piattaforme saranno disponibili gratuitamente per far sì che i professori a livello mondiale possano svolgere le loro classi dal vivo. Un ricorso molto competitivo e coraggioso durante l’isolamento.

Hotmart supera 40 milioni di studenti in più di 180 paesi. Per di più, conta $1miliardo in vendite di contenuto e ha registrato 400.000 di prodotti sul sito.

Definizione, falsi miti e opportunità che si nascondono dietro questa realtà Oggi sentiamo sempre più spesso la parola Startup, un termine e un fenomeno nato nella Silicon Valley che si è diffuso in tutto il mondo a macchia d’olio, rivoluzionando vecchi modelli di business e dando vita a nuove opportunità di crescita e sviluppo. Realtà […]

Fondatore di Udacity Quando si tratta di piattaforme di corsi online, c’è una in particolare ad essere tra le prime nel ranking delle migliori: Udacity. Tuttavia, chi c’è dietro questo sito? Sebastián Thrun, un professore dell’Università di Standford che ha deciso di abbandonare l’incarico in quest’istituto per fondare la sua piattaforma di insegnamento. Breve biografia […]

Responsabile della crescita di McDonald’s L’imprenditore americano, Ray Kroc, ha segnato un prima e un dopo in McDonald’s. Ha trasformato quest’ultima nella catena di fastfood più veloce ed importante a livello mondiale. Per alcuni, è imprenditore degno di essere ammirato. Tuttavia, altri lo ricordano come un imprenditore che ha tradito i fratelli McDonald’s. Andiamo a […]